Senti che bel vento...... si cambia!

Senti che bel vento...... si cambia!

15/06/16

Lavori pubblici da 2,8 milioni Approvato il piano triennale

MUZZANA. Lavori pubblici per 2,8 milioni di euro: il consiglio comunale di Muzzana approva il piano triennale delle opere pubbliche. Soddisfatti il sindaco Cristian Sedran e l’assessore ai lavori pubblici Massimiliano Paravano, che fa notare come le principali linee guida del piano delle opere prevedano cospicui investimenti finalizzati alla sicurezza e sistemazione stradali, ma anche l’adeguamento funzionale degli esistenti edifici scolastici e al contempo la realizzazione di nuove opere come la palestra indoor, la centrale a biomassa e soprattutto la piazza nell’area ex Chiarandone senza dimenticare la sistemazione dell’ex discarica di via Spessa. Il tutto con il preciso obiettivo di aumentare la fruibilità del territorio, la vivibilità degli edifici pubblici nonché potenziare l’offerta dei servizi a Muzzana.
Le opere previste nel 2016 ammontano a 1,5 milioni di euro, per il 2017 la previsione è di 883 mila euro mentre nel 2018 sono previsti interventi per 437 mila euro, senza dimenticare la parte corrente del bilancio che permetterà di eseguire ulteriori importanti interventi di manutenzione ordinaria al patrimonio comunale con sicure ricadute positive sul territorio. Ecco gli interventi: l’adeguamento funzionale e l’efficientamento energetico della scuola (535 mila euro) e dell’asilo (340 mila), la realizzazione della palestra indoor (290 mila euro), la realizzazione della nuova centrale a biomassa (alimentata a cippato) a servizio della Casa delle associazioni (99 mila), nuovi asfalti in
diverse vie del paese (124.500), la sistemazione e messa in sicurezza stradale di alcuni punti del territorio, nuovi marciapiedi e potenziamento della rete di piste ciclabili (200 mila), inoltre verrà ripristinata e recuperata l’area dell’ex discarica per inerti di via Spessa (euro 120 mila).

Messaggero Veneto
9 giugno 2016
Francesca Artico

13/04/16

Inaugurata la nuova rotonda, l'assessore Santoro: è un esempio!

Messaggero Veneto del 13/04/2016
 Inaugurata la nuova rotonda sulla strada statale 14. «È stato risolto uno snodo importante con una rotatoria che risponde amolteplici esigenzediviabilità e sicurezza del traffico. Inoltre il progetto ha permesso di risolvere in maniera integrata anche problemi di assetto idraulico dell’area, a vantaggio della comunità locale», ha detto l’assesore alle Infrastrutture Maria Grazia Santoro, evidenziando che si tratta di «un’opera che rappresenta un esempio di buonapratica». La nuova opera, sostenuta con un finanziamento di un milione e 844 mila euro, è prevista dal piano di programmazione di Fvg Strade, rivestirà particolare importanza all’avvio del cantiere della Terza corsia dell’autostrada, quando la strada statale 14 della Venezia Giulia sarà chiamata a supportare gli effetti dei lavori lungo la A4. La rotonda è ubicata in corrispondenza dell’ingresso a Est di Muzzana, in corrispondenza con l’interse-zione, da un lato con la strada provinciale in direzione di Carlino e Marano, dall’altro con la provinciale verso Castions di Strada,indirezione diUdine. Come ha ribadito il sindaco CristianSedran, «quest'opera è molto importante perché va a migliorare la sicurezza della statale più trafficata d’Italia, mette in sicurezza gli ingressi al paese e lo svincolo per Marano, e permette di regolare il flusso turistico per Lignano in discesa dalla 353. Oltre a ciò ha permesso il collegamento di tutte le ciclabili Nord-Sud, Est-Ovest del territorio». Sedran sottolinea che quest’opera è stata fatta su iniziativa dell’allora sindaco Gallo e dell’assessore Pevere che, con il contributo del consigliere di minoranza Zamparo, hanno trovato nell’allora assessore regionale Riccardi un valido interlocutore e portata a compimento dall’assessore Santoro». Il sindaco si è complimentato con la Edilverde di Tavagnacco, il responsabile unico del procedimento Gori e direttore dei lavori Valle che assieme all’assessore comunale Paravano hanno operato in sinergia. (Francesca Artico)










12/04/16

Sedran: le modifiche in centro daranno impulso all’economia


MUZZANA. Via all’operazione urbanistica per rilanciare il paese. L’iniziativa più importante sarà l’approvazione della variante al centro storico che si prefigge l’individuazione di strumenti e metodi più idonei ed efficaci per sbloccare e favorire nuovi investimenti. Come spiega il sindaco Cristian Sedran, «riguarderà in particolare la porzione più vecchia dell’abitato anche ricorrendo a incentivi volumetrici e sgravi fiscali per contrastare i fenomeni di degrado oggi in atto e dare ai cittadini quelle risposte concrete attese da tempo».

L’assessore all’Urbanistica Massimiliano Paravano, aggiunge che con «l’operazione va di pari passo con il piano triennale delle opere pubbliche di recente approvato ed punta a favorire le opportunità di investimento sul territorio e azionare così un volano capace di riattivare la ripresa della micro economia, con un approccio sostenibile e rispetto dell’ambiente e dei paesaggi locali». Dopo la recente adozione in Consiglio comunale della variante 10 al piano regolatore comunale, avvenuta dopo un lungo percorso partecipato durante il quale sono stati ascoltati molti portatori di interessi, l’amministrazione comunale mette in atto un'operazione urbanistica con lo scopo di favorire nel medio/lungo periodo potenziali investimenti utili alla ripresa dell’economia locale senza trascurare la salvaguardia e tutela del patrimonio naturale ed edilizio del territorio. L’operazione si concretizza nell’approvare ulteriori importanti strumenti di governo del territorio comunale.

L’assessore Paravano spiega che nei prossimi mesi, l’amministrazione comunale sarà impegnata nell’approvare il nuovo regolamento edilizio per arrivare a uno strumento operativo aggiornato, descrivere le regole e modalità costruttive degli edifici e degli spazi aperti, prevedere nuove tecnologie costruttive, garantire la qualità tecnica ed estetica degli edifici, aumentare la qualità dell’ambiente urbano.

Verranno anche approvati il Piano di emergenza comunale della Protezione civile, per gestire le emergenze, e il piano regolatore dell’illuminazione pubblica, che integra le azioni del Piano regolatore comunale e consente la progettazione ecosostenibile del sistema di illuminazione.

09/04/16

Nelle ex scuole elementari c’è la casa delle associazioni

MUZZANA. Le realtà associative muzzanesi hanno la loro casa. Da aprile in paese c’è infatti la casa delle associazioni ubicata all’interno della ex scuola elementare di via Circonvallazione. Al piano terra troverà posto anche l’infermiere di comunità.

È soddisfatto l’assessore Massimiliano Paravano che ricorda come fin dall’inizio questa amministrazione comunale avesse individuato la strategicità dell’immobile, data la sua posizione versatile, per destinarlo a casa delle associazioni. «È un edificio pubblico in grado di catalizzare le varie associazioni del paese con il fine di diventare polo attrattore per tutte le realtà associazionistiche del territorio in modo di rivitalizzare l’area così come era una volta quando qui insistevano le scuole». Paravano ricorda altresì che a completamento dell’operazione e per regolarizzare le attività svolte all’interno del plesso, l’amministrazione comunale ha di recente approvato il regolamento per la concessione in uso dei locali.

Per dare casa alle associazioni il Comune ha fatto eseguire interventi di sistemazione e adeguamento dell’ex scuola elementare. Gli interventi hanno previsto la realizzazione di nuovi servizi igienici per la piccola palestra al fine di renderla una unità indipendente, l’adeguamento impiantistico elettrico e termoidraulico di alcune porzioni di fabbricato; l’abbattimento delle barriere architettoniche per garantirne l’accessibilità; e l’Ampliamento del Centro di Aggregazione giovanile per rendere la struttura più
sicura e consona alla nuova destinazione d’uso soprattutto in funzione di bambini e anziani. Il progetto, redatto dall’ingegner Adriano Dal Pont, ha previsto un importo complessivo pari a 50 mila 469 euro. I lavori sono stati eseguiti dall’impresa Galetto impianti e C. di Latisana.

07/04/16

A Muzzana parte la bonifica dell’ex discarica

Il Comune di Muzzana avvia il ripristino e il recupero ambientale dell’ex discarica comunale di inerti: costo dell’intervento 120 mila euro. I lavori avranno una durata di quattro mesi. «L’intervento – dice l’assessore ai Lavori pubblici Massimiliano Paravano – assume notevole importanza se messo in relazione alle notevoli risorse investite da questa amministrazione per aumentare la naturalità del territorio comunale e per una fruizione turistica in chiave ecosostenibile». L’area è oggi recintata, contornata da arginatura in terra e coperta da folta vegetazione costituita da cespugli ed essenze spontanee di vario tipo, anche ad alto fusto. Il terreno presenta alcuni limitati avvallamenti interessati dal ristagno di acque meteoriche.

Il progetto definitivo, a firma dell’ingegner Alberto Cividini di San Vito al Tagliamento, prevede taglio della vegetazione e bonifica del sito da alcuni rifiuti non compatibili abbandonati abusivamente; regolarizzazione del fondo, riempimento degli avvallamenti, formazione delle pendenze di sgrondo acque con materiali inerti; posa di strato costituito da geotessile non tessuto in polietilene e di geomembraba in Hdpe e da geotessile non tessuto in polietilene; la copertura con un metro di terreno vegetale; sistemazione della rete drenante; piantumazione d’albero alto fusto e semina dell’erba. 

Messaggero Veneto
31 marzo 2016
Francesca Artico

04/04/16

Nuovo punto ascolto della Fnp-Cisl in via Circonvallazione

MUZZANA. È stato inaugurato l’8 marzo nei locali delle scuole di via Circonvallazione, recentemente restaurati dal Comune di Muzzana, un “punto ascolto” a cura della Federazione pensionati Cisl dell’Ambito Latisanese-Sangiorgino.

Il servizio offerto, al quale tutti i cittadini indistintamente potranno accedere, è di natura fiscale, pensionistica e di patronato. Si potranno inoltre avere ragguagli sui servizi offerti dall’Adiconsum, associazione per la tutela dell’ambiente e per la difesa del consumatore. L’obiettivo è di dare un aiuto e un’opportunità in particolare alle persone più disagiate e anziane del territorio per consigli, domande e chiarimenti in merito.

La sede sarà operativa ogni martedì dalle 9 alle 12, a cominciare dalla prossima settimana, e avrà come referente la signora Giuseppina Iogna. Soddisfazione viene espressa dal responsabile Fnp-Cisl Enzo Paravano, a nome della Segreteria territoriale udinese e di tutti i pensionati che ringraziano l’amministrazione comunale di Muzzana del Turgnano e il sindaco Cristian Sedran, per la collaborazione e la sensibilità dimostrata per il raggiungimento di tale obiettivo.

                                                                                                          Francesca Artico                                                                                                      Messaggero Veneto
                                                                                                            12 marzo 2016